Cheratocono


Il cheratocono nel nostro Paese è diffuso in tutto il territorio, e colpisce circa lo 0,15% della popolazione.

Inizialmente si può correggere con occhiali, ma è consigliabile utilizzare lenti a contatto prima possibile. Le lenti consentono di migliorare nettamente l'acuità visiva e si ritiene abbiano un effetto di "contenimento" e di rallentamento delle modifiche corneali. Presso il nostro Centro, applichiamo lenti a contatto per cheratocono da più di 20 anni.
L'utilizzo del topografo corneale ci consente di applicare lenti costruite al computer, con un livello di personalizzazione unico.


Le lenti a contatto adatte a cornee con cheratocono sono: rigide gas-permeabili ad alta ed altissima permeabilità con geometrie specifiche e diametri adeguati da molto piccoli a molto grandi come le SCLERALI, lenti ibride che presentano la zona centrale rigida e la parte periferica morbida, e le lenti morbide spessorate al centro.

Un' applicazione particolare sul cono è la PIGGYBACK: una morbida appoggiata sulla cornea e una rigida gas-permeabile appoggiata sulla morbida. Dalla morbida otteniamo un buon comfort e un miglior centraggio, dalla rigida un risultato visivo ottimale, impossibile con una morbida anche se spessorata.

La cornea affetta da cheratocono è delicata e spesso soggetta a modifiche nel tempo. Per questo è necessario che le lenti siano applicate con grande cura e precisione scegliendo le più adatte tra le molte possibili. E' poi particolarmente importante effettuare i controlli periodici.

Questi controlli sono finalizzati ad accertare la continua idoneità e integrità delle lenti, oltre allo stato della cornea e alle sue eventuali variazioni topografiche. Sarà premura del nostro Centro avvisare il portatore quando fare il controllo e informarlo qualora si rendessero disponibili nuove lenti che, per geometrie e materiali siano migliorative per i suoi occhi.